Sigmund Freud è la figura più nota della psicologia ma è anche uno dei pensatori più influenti e controversi del XX secolo. Non era esattamente uno psicologo ma un medico neurologo austriaco nato nel 1856, anche se è spesso indicato come il padre della psicologia moderna.

Freud ha rivoluzionato il modo in cui pensiamo e trattiamo la malattia mentale.
Fondò la psicoanalisi come trattamento medico per ascoltare i pazienti e capire meglio il funzionamento della loro mente. La psicoanalisi continua ad avere un’enorme influenza sulla psicologia e sulla psichiatria moderne.

Le teorie e il metodo di lavoro di Sigmund Freud hanno contribuito a influenzare le attuali teorie dei sogni, dello sviluppo, della personalità, della memoria, della sessualità e della psicoterapia. Il lavoro di Freud ha anche gettato le basi per molti altri teorici per formulare idee, mentre altri hanno sviluppato nuove teorie in opposizione alle sue idee.

Indice
    Add a header to begin generating the table of contents

     

    Biografia

    Per comprendere l’importanza dell’eredità di Freud, è fondamentale iniziare con un breve racconto della sua vita. Le sue esperienze hanno influenzato molte delle sue teorie, quindi saperne di più sulla sua vita e sui tempi in cui ha vissuto può portare a una comprensione più profonda della loro origine.

    Freud nacque nel 1856 a Freiberg in Moravia, in quella che oggi è conosciuta come Repubblica Ceca. Era il maggiore di otto figli. La sua famiglia si trasferì a Vienna diversi anni dopo la sua nascita, e visse lì la maggior parte della sua vita.

    Freud si laureò in medicina e iniziò a esercitare la professione medica a Vienna. Nel 1885 fu nominato docente di malattie nervose all’Università di Vienna.

    Dopo aver trascorso un anno a Parigi per frequentare le lezioni tenute dal neurologo francese Jean-Martin Charcot, Freud si interessò molto alle teorie che spiegavano il funzionamento della mente umana (che in seguito si sarebbero collegate al suo lavoro in psicoanalisi).

    Freud e la sua famiglia lasciarono Vienna a causa della discriminazione contro gli ebrei. Si trasferì in Inghilterra nel 1938 e morì nel 1939. 

    Le teorie di Sigmund Freud

    Le teorie di Freud sono ancora oggi molto influenti, ma soggette a diverse critiche sia ai giorni nostri che durante la sua vita. Tuttavia, le sue idee si sono intrecciate nel tessuto della nostra cultura, e termini come lapsus freudiano, rimozione e negazione appaiono regolarmente nel linguaggio quotidiano.

    Le teorie di Freud includono:

    L’ inconscio: questa è una delle sue idee più celebri, ovvero che la mente è un serbatoio di pensieri, ricordi ed emozioni che si trovano al di fuori della consapevolezza della mente conscia.

    La personalità: Freud propose che la personalità fosse composta da tre elementi chiave: l’Es, l’Io e il Super-Io. L’Io è lo stato cosciente, l’Es è l’inconscio e il Super-Io è la struttura morale o etica che regola il modo in cui l’Io opera.

    Gli istinti di vita e di morte: Freud sosteneva che due classi di istinti, la vita e la morte, dettavano il comportamento umano. Gli istinti di vita includono la procreazione sessuale, la sopravvivenza e il piacere; gli istinti di morte includono l’aggressività, l’autolesionismo e la distruzione.

    Lo sviluppo psicosessuale: la teoria dello sviluppo psicosessuale di Freud postula che ci sono cinque fasi di crescita in cui si evolvono le personalità e la maturità sessuale delle persone. Queste fasi sono la fase orale, la fase anale, la fase fallica, la fase latente e la fase genitale.

    I meccanismi di difesa: Freud ha suggerito che le persone usano i meccanismi di difesa per evitare l’ansia. Questi meccanismi includono lo spostamento, la repressione, la sublimazione e la regressione.

    Sigmund Freud e la psicoanalisi

    Le idee di Freud ebbero un impatto così forte sulla psicologia che dal suo lavoro emerse un’intera scuola di pensiero: la psicoanalisi. La psicoanalisi ha avuto un impatto duraturo sia sullo studio della psicologia che sulla pratica della psicoterapia.

    La psicoanalisi si propone di trasferire le informazioni dall’inconscio alla consapevolezza cosciente, al fine di indurre la catarsi. La catarsi è una liberazione emotiva che può portare sollievo dal disagio psicologico. 

    La ricerca ha scoperto che la psicoanalisi può essere un trattamento efficace per una serie di disturbi mentali. L’emersione dei contenuti inconsci allo stato di coscienza, che avviene nel processo terapeutico, può aiutare le persone a raggiungere una crescita personale e un miglioramento di lungo termine.

    I pazienti di Sigmund Freud

    Freud basava le sue idee su casi di studio dei suoi pazienti e di quelli dei suoi colleghi. Questi pazienti hanno contribuito a formare le sue teorie e molti sono diventati noti anche ad un pubblico di non specialisti. Alcuni di loro erano:

    • Anna O. (al secolo Bertha Pappenheim)
    • Il piccolo Hans (Herbert Graf)
    • Dora (Ida Bauer)
    • L’uomo dei topi (Ernst Lanzer)
    • L’uomo dei lupi (Sergei Pankejeff)
    • Sabina Spielrein

    Anna O. non è mai stata una paziente di Freud. Era una paziente del collega di Freud, Josef Breuer. I due studiosi corrispondevano spesso sui sintomi di Anna O, pubblicando alla fine il libro Studi sull’isteria sul suo caso. È stato attraverso il loro lavoro e la loro corrispondenza che è emersa la tecnica nota come terapia della parola.

    Principali opere di Freud

    Gli scritti di Freud descrivono in dettaglio molte delle sue principali teorie e idee. Il libro più conosciuto è L’interpretazione dei sogni. Di esso, Freud scrisse:

    [Il libro contiene] … la più preziosa di tutte le scoperte che ho avuto la fortuna di fare. Un’intuizione come questa capita una sola volta nella vita.

    Altri importanti libri di Freud sono:

    • Psicopatologia della vita quotidiana
    • Totem e tabù
    • Il disagio della civiltà
    • L’avvenire di un’illusione

    I punti di vista di Freud

    Al di fuori del campo della psicologia, Freud scrisse e teorizzò su una vasta gamma di argomenti. Ha anche scritto e sviluppato teorie relative ad argomenti come il sesso, i sogni, la religione, le donne e la cultura.

    Opinioni sulle donne

    Sia durante la sua vita che dopo, Freud fu criticato per le sue opinioni sulle donne, sulla femminilità e sulla sessualità femminile. Uno dei suoi critici più famosi fu la psicologa Karen Horney, che rifiutò la sua opinione secondo cui le donne soffrivano di invidia del pene.

    L’invidia del pene, secondo Freud, era un fenomeno che le donne sperimentavano quando vedevano un corpo maschile nudo, perché sentivano di essere ragazzi castrati e quindi desideravano riavere il proprio pene.

    Horney ha invece sostenuto che gli uomini provano invidia per l’utero e sono afflitti da sentimenti di inferiorità perché non sono in grado di avere figli.

    Opinioni sulla religione

    Freud è nato e cresciuto ebreo, ma si è definito sempre come ateo. L’intera faccenda è così palesemente infantile, così estranea alla realtà, che per chiunque abbia un atteggiamento amichevole verso l’umanità è doloroso pensare che la grande maggioranza dei mortali non sarà mai in grado di elevarsi al di sopra di questa visione della vita, scrisse a proposito della religione.

    Freud continuò ad avere un vivo interesse per i temi  della religione e della spiritualità e ha scritto diversi libri sull’argomento.

    Psicologi influenzati da Freud

    Oltre alle sue grandi e lungimiranti teorie della psicologia umana, Freud ha anche lasciato il segno su molti studiosi, poi diventati alcuni tra i più grandi pensatori della psicologia. Alcuni degli studiosi che sono stati influenzati da Sigmund Freud includono:

    • Anna Freud
    • Alfred Adler
    • Carl Jung
    • Erik Erikson
    • Melanie Klein
    • Ernst Jones
    • Otto Rank

    Mentre il lavoro di Freud è spesso liquidato come non scientifico, non c’è dubbio che abbia avuto un’enorme influenza non solo sulla psicologia, ma anche sulla cultura in generale.

    Molte delle idee di Freud sono diventate così popolari che spesso dimentichiamo che hanno le loro origini nella tradizione psicoanalitica.

    I contributi di Freud alla psicologia

    Le teorie di Freud sono oggi molto controverse. Ad esempio, è stato criticato per la sua mancanza di conoscenza delle donne e per le nozioni sessiste nelle sue teorie sullo sviluppo sessuale, l’isteria e l’invidia del pene.

    Le persone sono scettiche sulla legittimità delle teorie di Freud perché mancano delle prove scientifiche che le teorie psicologiche hanno oggi.

    Tuttavia, è vero che Freud ha avuto un’influenza significativa e duratura nel campo della psicologia. Ha fornito una base per molti concetti che gli psicologi hanno usato e continuano a usare per fare nuove scoperte.

    Psicoanalisi

    Forse il contributo più importante di Freud nel campo della psicologia è stato lo sviluppo della terapia della parola come approccio al trattamento dei problemi di salute mentale.

    Oltre a servire come base per la psicoanalisi, la terapia della parola fa ora parte di molti interventi terapeutici progettati per aiutare le persone a superare il disagio psicologico e i problemi comportamentali.

    L’inconscio

    Prima delle opere di Freud, molte persone credevano che il comportamento fosse inspiegabile. Ha sviluppato l’idea dell’inconscio come motivazione nascosta dietro ciò che facciamo. Ad esempio, il suo lavoro sull’interpretazione dei sogni ha suggerito che i nostri veri sentimenti e desideri si trovano sotto la superficie della vita cosciente.

    L’influenza dell’infanzia

    Freud credeva che le esperienze infantili avessero un impatto sull’età adulta, in particolare, le esperienze traumatiche che abbiamo da bambini possono manifestarsi come problemi di salute mentale quando siamo adulti.

    Mentre le esperienze infantili non sono gli unici fattori che contribuiscono alla salute mentale durante l’età adulta, Freud ha gettato le basi affinché l’infanzia di una persona venga presa in considerazione durante la terapia e durante la diagnosi.

    Teoria letteraria

    Sia gli studiosi di letteratura che gli studenti spesso analizzano i testi attraverso una lente freudiana. Le teorie di Freud hanno creato l’opportunità di comprendere i personaggi immaginari e persino i loro autori in base a ciò che è scritto o a ciò che un lettore può interpretare dal testo su argomenti come i sogni, la sessualità e la personalità.

    Lascia un commento

    Torna in alto